Entra nel team
Cerca
Logo mhw

Bilancio MHW: che crescita anche nel 2023

Il passaggio al nuovo anno impone anche per ManHandWork un bilancio con vista sugli obiettivi per il 2024 e, ancora una volta, la riflessione su quanto accaduto fa rima con orgoglio.

Perché ancora una volta – sono otto gli anni consecutivi – MHW chiude il suo fatturato con il segno “più” davanti (+17%). Una costante crescita per linee interne grazie alla capacità di approcciare il mercato con la ricetta di sempre: professionalità, capacità di trovare soluzioni con le nostre eccellenze (gli uffici di Ingegneria del Lavoro e Logistics Intelligence), valorizzazione delle risorse interne, trasparenza e condivisione dei valori dei nostri partner.

Tutti aspetti che hanno inciso nella crescita del numero di clienti che hanno scelto ManHandWork per terziarizzare la loro logistica. Oggi MHW gestisce 49 magazzini in tutta Italia, e si tratta di un numero destinato a crescere. Il 2024, infatti, sarà un anno molto impegnativo, con un’ulteriore crescita che ci condurrà ad un aumento del numero di dipendenti da 1800 a 2500.

L’orgoglio per ManHandWork non si ferma ai risultati di bilancio raggiunti, ma si estende alla consolidata unione con le sue persone, che hanno determinato altri due successi. Il primo è l’inserimento per il secondo anno consecutivo nella classifica “Campioni della Crescita”, la prestigiosa indagine condotta dall’Istituto tedesco Qualità e Finanza in collaborazione con La Repubblica Affari&Finanza che premia le eccellenze dell’economia italiana. Anche quest’anno, infatti, MHW rientra tra le ottocento aziende che si sono distinte per tassi di sviluppo decisamente superiori alla media. Il secondo è il riconoscimento (anche in questo caso bissato il risultato del 2022) al “Premio Il Logistico dell’Anno” per “l’Innovazione in ambito formativo attraverso l’ideazione e la realizzazione del progetto MHW Academy”.

Un 2023 di cui essere davvero fieri, ma con la consapevolezza che gli obiettivi più importanti sono sempre quelli che vediamo davanti a noi e non quelli che ci lasciamo alle spalle.